Tutte le combinazioni rubate al passato

maglione in lana rosa

Vi è mai capitato di sfogliare un vecchio album di fotografie di famiglia e di rimanere affascinate da una gonna a ruota, con fantasia a pois, indossata da vostra nonna negli anni ’50? Avete mai sognato ad occhi aperti davanti alla bellezza, e all’eleganza senza tempo, di Grace Kelly sul set di Caccia al Ladro? Dite la verità…non vi è mai venuto il desiderio di indossare, almeno una volta nella vita, l’iconico tubino nero disegnato da Givenchy per Audrey Hepburn quando si calò nei panni di Holly Golightly nel film “Colazione da Tiffany”?

Se la risposta è sì, beh vuol dire anche voi siete state rapite dal fascino del vintage.

La notizia, straordinariamente positiva, è che non c’erano mai stati così tanti negozi di abiti di seconda mano come in questo momento. Oggi il vintage oltre ad essere un trend sempre più in crescita, per molti è diventato un vero e proprio stile di vita. 

Strade e marciapiedi hanno fatto da passerella per riedizioni nostalgiche dei classici jeans bootcut, per pantaloni svasati e morbidi, per stampe floreali e foulard anni 20’. Rivisitati dalle nuove generazioni (tutti con la mascherina, e distanziati socialmente), assistiamo ad un mix di anni 70 e 80 ben calibrato tra dettagli shabby chic e rock, con qualche richiamo agli anni 20 e allo stile dandy.

Mix and match con il passato.Foulard su manichino

 

Questi capi faranno parlare e discutere, dividendo l’opinione pubblica tra chi non vede l’ora di indossarli nuovamente e chi, invece, è contrario alla tendenza. Ma per gli stilisti non c’è alcun dubbio: È tempo di mescolare lo stile retrò con la contemporaneità, riscoprire qualche immagine passata per creare outfit personali carichi di charme!

Giocare con le diverse età è la nuova frontiera di chi vuole stare al passo con le tendenze del momento; La gonna tubino si sdrammatizza con un paio di sneakers, i pantaloni in seta con un trench interamente decorato da bottoni, e gli ampi pullover a righe si abbinano agli intramontabili Levi’s 501. Mentre i pantaloni a zampa vanno oltre il cliché delle reminiscenze disco, e diventano capo genderless da avere assolutamente nel guardaroba. Torna in pista anche la salopette in denim slavato, i crop top colorati, le t-shirt con logo stampato o gli abitini a fiori con spalline sottili perfetti da indossare con le Dr.Martens.

 Le fantasie sono elaborate, dal paisley alle stampe foulard e batik, e si posano sulle bluse in seta da abbinare ai pantaloni a palazzo.

Diciamo basta al guardaroba tutto nero! Via la paura degli accostamenti di colore: l’azzurro carta da zucchero, se sfumato sul velluto, si accosta bene a rosso e rosa e al marrone. L’arancione trova la sua stagione nell’autunno: cardigan morbidi in color zucca, pantaloni in velluto carota, abiti bronzo e accessori cannella sono ideali per il giorno professionale, mentre per la sera, l’arancio è concesso in un’unica notte: quella di Halloween.  

L’obiettivo è quello di osare con i colori, mixare le stampe, e navigare tra epoche diverse della moda alla ricerca del proprio stile personale.  

E tu come li abbinerei questo inverno?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.